Indici di Titoli

Negozia valute, materie prime, metalli preziosi, prodotti energetici, indici azionari e criptovalute da un unico conto.
Scegli tra 16 piattaforme di trading rivolte a ogni dispositivo.

Indici azionari – Spread / Condizioni

* I tassi swap sono calcolati sulla base del tasso interbancario prevalente per l'indice valutario. Le posizioni long vengono addebitate per il tasso interbancario prevalente più un mark-up, mentre le posizioni short ricevono il tasso meno un mark-up. L'operazione viene effettuata alle 00:00 (GMT+2, NB: OL applicabile) e potrebbe richiedere diversi minuti.Lo swap dal mercoledì al giovedì è addebitato per tre giorni.

** Livello minimo per posizionare ordini di Stop Loss e Take Profit al prezzo attuale di mercato

Il requisito di margine per i CFD viene calcolato come segue: lotti * dimensione del contratto * prezzo di apertura * percentuale del margine e non si basa sulla leva del tuo conto di trading.

Quando sei coperto, il margine sui CFD è sempre del 50%.

Le date sono indicative e soggette a modifica.

Aggiustamento dei Dividenti sugli Indici Cash (escluso GER30)

I CFD con contratti cash per gli indici saranno soggetti ad aggiustamenti di dividendi. Quando un membro costituente di un indice paga i Dividendi ai suoi Azionisti, le regolazioni dei dividendi saranno effettuate sui conti dei clienti che detengono una posizione sull'indice alle 00:00 (GMT+2, NB: OL applicabile) della data di stacco cedola. I CFD sul Germany 30 (GER30) non saranno soggetti ad aggiustamenti di dividendi. I CFD Indici futures non saranno soggetti ad aggiustamenti di dividendi.

I trade di acquisto riceveranno una somma calcolata come segue

Aggiustamento del dividendo = Indice Dividendo dichiarato x entità della posizione in lotti

I trade di vendita saranno addebitati come segue:

Aggiustamento del dividendo = Indice Dividendo dichiarato x entità della posizione in lotti

Dividendi indice

I simboli mostrati sono solo quelli dei simboli (strumenti) per i quali è previsto il pagamento dei dividendi questa settimana. Le cifre dei dividendi rappresentano le aspettative dei nostri fornitori di liquidità e sono soggette a variazioni

Il trading di indici azionari

Gli indici dei titoli, più comunemente noti come indici azionari, sono indici del mercato delle azioni che misurano il valore di una particolare sezione della borsa. Vengono calcolati sulla base della media ponderata dei prezzi delle azioni selezionate, che appartengono all'effettiva categoria da loro rappresentata. Gli indici azionari possono rappresentare un particolare mercato azionario come il NASDAQ o uno specifico insieme delle più importanti società di un paese, come lo S&P 500 negli Stati Uniti, il FTSE 100 in Gran Bretagna o il Nikkei 225 in Giappone.

Lo scopo degli indici è mostrare l'andamento generale di un particolare mercato azionario o dell'economia di un paese. Tuttavia, poiché gli indici azionari sono composti da diverse società, una netta variazione di una singola impresa o di un settore particolare può influire notevolmente sul loro andamento.

Il peso effettivo dato a un indice azionario dal sottostante insieme di titoli varia a seconda dei diversi indici. Ciò significa che non tutti utilizzano i medesimi criteri per ottenere il risultato definitivo. I due metodi principali per calcolare il peso effettivo esercitato da un'azione sottostante sull'indice sono costituiti dalla ponderazione del prezzo e dalla ponderazione della capitalizzazione.

Di seguito, è possibile scoprire a quale categoria appartengono alcuni degli indici più noti:

  • 1. Dow Jones (US30) e Nikkei 225 (Japan225) sono indici ponderati sul prezzo.
  • 2. FTSE 100 (UK 100), ASX200 (Australia 200), Hang Seng Index (Hong Kong 50), DAX (Germany 30), CAC 40 (France 40) e IBEX35 (Spain 35) sono alcuni dei principali indici ponderati sulla capitalizzazione.

Indici azionari: chi sono?

S&P 500 (US500): L'indice S&P500 (US500) è stato introdotto nel 1957 da Standard & Poor's, l'importante società di servizi finanziari statunitense. È tra i principali indicatori dell'andamento dei titoli statunitensi e uno dei riferimenti maggiormente utilizzati per l'intero mercato azionario degli Stati Uniti. Per capitalizzazione, copre circa il 75% del mercato dei titoli statunitense.

ASX200 (Australia200): L'ASX 200 (AUS200) è un indice a capitalizzazione di mercato composto dalle azioni quotate sulla borsa australiana, che, con un fatturato giornaliero medio di 4,685 miliardi di dollari australiani, è tra i primi 15 mercati azionari del mondo. L'inidice si compone esclusivamente di azioni quotate sulla borsa australiana.

Nikkei 225 (JP225): Il Nikkei 225 (JP225), comunemente noto come Nikkei, è l'indice azionario della borsa di Tokyo, che, con una capitalizzzione di 4,09 trilioni di dollari, è il terzo mercato azionario del mondo.

HSI (HK50): Lo HSI (HK50), Hang Seng Index, è un indice azionario a capitalizzazione di mercato, utilizzato dal 1969 per registrare l'andamento giornaliero delle 50 maggiori società quotate alla seconda borsa più grande dell'Asia (la sesta nel mondo): quella di Hong Kong (HKEx).

FTSE 100 (UK100): Il FTSE 100 (UK100), ossia il Financial Times Stock Exchange 100 Index, comprende le 100 società a maggiore capitalizzazione di mercato quotate sulla borsa di Londra.

NASDAQ 100 (US100): L'indice principale NASDAQ NASDAQ Composite comprende il NASDAQ 100 (US100), composto dalle 107 azioni emesse dalle 107 maggiori società non finanziarie quotate sul NASDAQ Stock Exchange.

DJIA (US30): DJIA (US30), il secondo indice azionario più antico negli Stati Uniti dopo l'indice dei trasporti Dow Jones, registra l'andamento delle 30 società statunitensi maggiori durante una normale sessione di trading sul mercato azionario. Viene calcolato dal divisore dell'indice industriale Dow Jonese, dividendo il totale di tutti i prezzi di tutte le 30 azioni riportate.

DAX (GER30): DAX (GER30), ossia Deutscher Aktienindex, è il principale indice azionario tedesco, composto dalle 30 maggiori società quotate sulla borsa di Francoforte. In termini di qualità e redditività, è considerato un indice blue chip.

CAC 40 (FRA40): Il principale indice azionario francese CAC 40 (FRA40) sta per Cotation Assistée en Continu e riporta i 40 valori massimi delle 100 azioni delle società a più alta capitalizzazione di mercato negoziate sulla borsa francese Euronext Paris, il secondo mercato azionario in Europa.

Che cosa sono gli indici azionari (indici di borsa)?

Gli indici azionari, o indici di borsa, sono semplicemente indici che rappresentano il prezzo generale di un paniere di azioni sottostanti.

I principali indici azionari (indici di borsa di rilevanza mondiale) includono, ma non sono limitati a, i seguenti:

  • 1. S&P 500
  • 2. Dow Jones
  • 3. Nasdaq
  • 4. FTSE100
  • 5. Nikkei225
  • 6. DAX
  • 7. CAC40
  • 8. Euro Stoxx 50
  • 9. ASX200

Nella maggior parte dei casi, gli indici di borsa costituiscono una rappresentazione del quadro generale del mercato azionario cui appartengono i loro panieri. Nella maggior parte dei casi, le azioni sottostanti che fanno parte di un indice azionario sono quelle delle società più influenti (a maggiore capitalizzazione).

Come funziona il trading degli indici azionari?

Durante una giornata di trading, il prezzo delle azioni di una particolare società sale o scende. Dato che un indice azionario è composto da un paniere di azioni sottostanti, il suo prezzo effettivo aumenterà o diminuirà a seconda della dinamica generale (formula matematica e statistica) con cui il prezzo di ciascun titolo contribuisce al prezzo finale.

Quelli che seguono sono utili punti per comprendere quando fare trading di indici azionari:

  • 1. In un particolare indice (ad es., il Dow Jones), tutte le azioni sono soggette a un processo di selezione e possono venire sostituite da quelle di un'altra società se il generale andamento del loro trading viene superato da quello di un nuovo entrante. In altre parole, nulla garantisce che le società parte di un paniere siano sempre le stesse.
  • 2. La determinazione dell'influenza di una particolare azione sull'indice generale include calcoli e regole. Non tutte le azioni che compongono il paniere sono considerate allo stesso modo. Detto altrimenti, il prezzo generale dell'indice azionario non è la semplice somma dei prezzi delle azioni divisa per il loro numero.
  • 3. Un indice azionario mostra l'opinione generale e può essere considerato un riferimento dalla valenza storica dell'andamento del mercato dei titoli.
  • 4. Come affermato al punto 2, poiché non tutte le azioni che appartengono a un paniere vengono considerate allo stesso modo, un peso superiore è assegnato ai titoli delle società a maggiore capitalizzazione. Ciò significa che se, per qualsiasi motivo, le azioni di una particolare grande società dovessero crollare, l'intero indice si muoverebbe nella medesima direzione, anche se il resto dei titoli che compongono il paniere non si muovesse in ribasso.
  • 5. Come affermato al punto 1, le azioni sottostanti che compongono il paniere, chiamato indice, cambiano nel tempo. In un dato periodo, l'indice non presenta sempre il medesimo paniere di azioni.

Facciamo ricorso ai cookie per offrirti la migliore esperienza possibile sul nostro sito. Leggi maggiori informazioni o modifica le tue impostazioni dei cookie.